OBJETIVO GERAL


OBJETIVO GERAL:
Evangelizar a partir de Jesus Cristo e na força do Espírito Santo, como Igreja discípula, missionária, profética e misericordiosa, alimentada pela Palavra de Deus e pela Eucaristia, à luz da evangélica opção preferencial pelos pobres, para que todos tenham vida (Jo 10,10), rumo ao Reino definitivo.


quarta-feira, 5 de novembro de 2014

Il saluto di Dom Carlo Ellena

L'8 novembre Mons. Carlo Ellena consegnerà il pastorale al suo successore alla guida della Diocesi di Ze' Doca, Padre Kot



Scrive Dom Carlo..

Se la vita potesse essere paragonata ad un libro che vien scritto lungo gli anni, nel mio caso i capitoli, o le pagine, stanno per ricevere la parola “FINE” o, meglio, “Amen - A Dio”.
Nascono così spontanei sentimenti e richieste:
- di perdono al Dio di ogni misericordia, ai fratelli e alle sorelle per i molti errori che macchiarono le pagine del mio Libro della Vita
- di gratitudine a Dio per le innumerevoli grazie e la fiducia che mi ha concesso
- di ammirazione e riconoscimento verso coloro che ho incontrato lungo il mio cammino di cristiano, sacerdote e vescovo: tutti mi hanno aiutato, anche se non sanno il come e il quando.
Rimasi incantato, e lo sono tutt’ora, di tanta bontà. Nessuno è in debito con me mentre io devo tanto amore a tutti.
Ai sacerdoti, lavoratori instancabili della vigna del Signore nelle parrocchie e nei seminari della diocesi, specialmente a quanti ebbi la gioia di consacrare, va il mio affetto e il mio amore. Nè posso dimenticare, in questo momento, di ringraziare i religiosi e le religiose, i catechisti, gli animatori e tutto il popolo di Dio.


Nasce così nel mio cuore una preghiera:

Signore, vieni a mettere qualcosa di nuovo in me al posto di quanto, a poco a poco, è venuto a mancare col passar degli anni.
Colloca nel mio cuore un Amore più grande, una semplicità serena, una delicatezza più profonda. Al posto dell’entusiasmo, mettimi un sorriso di bontà per tutti; aiutami a comprendere il mio prossimo e a non esser mai una nuvola scura che rattrista, ma una luce discreta che rallegra.
Fa che la memoria mi conceda ricordare le cose più belle, le migliori, per condividerle con gli altri e rallegrarmi della loro allegria.
Fa, o Signore, che la mia volontà si pieghi amorevolmente ai giusti desideri di coloro che mi corcondano; che la mia fede, con umiltà e discrezione, si irradi nella testimonianza e non si spenga mai.
Fa, o Signore, che la mia intelligenza accetti con umiltà il fatto che è meno attiva, brillante e rapida; fa, però, che si applichi sempre nella ricerca e nella conoscenza di Te, per capire meglio quella vita eterna che attendo ardentemente.
Amen.

Dom Carlo Ellena


Postagem de diocesi.torino.it 

Nenhum comentário:

Postar um comentário